COME SEDURRE UN UOMO, QUALSIASI UOMO IN 3 STEP OBBLIGATORI.

Partiamo dal presupposto assoluto che la mente umana è binaria, e quindi, l’essere umano si serve della mente per muoversi nel mondo.

la mente produce il pensiero.

il pensiero è la nostra coscienza e null’altro che il risultato dell’interazione di due forze mentali, quali la parte LOGICA e quella ANALOGICA.

Ora partendo da questo presupposto, definiamo il concetto della mente analogica e della mente logica razionale.

La mente analogica è il frutto del lavoro del cervello, ovvero della parte più antica del cervello, il cervello RETTILIANO (old brain) il cervello più antico, che regola tutte le parti istintuali ,quindi quelle di sopravvivenza, le emozioni di base, di default, quelle che regolano l’istinto di sopravvivenza, ma anche le altre  funzioni vitali – e bada bene parliamo di “funzioni”- quali anche quelle relative alla seduzione e alla sessualità, come pulsione naturale finalizzata all’accoppiamento per la riproduzione e quindi per la salvaguardia della specie.

 In aggiunta a questo, questa parte istintuale si serve anche della emotività relativa al cervello centrale (medium Brian) o cervello emotivo, mammaliano, che regola le emozioni dell’emotività, come dire, esperienziali, apprese attraverso l’esperienza della vita.

Le funzioni di questi due tra ” cervelli ” creano così l’istanza emotiva, analogica, e dunque una forza INTELLIGENTE istintuale, animalesca, la parte più antica della nostra esistenza il nostro essere ” animale ” chi ci governa e ci guida secondo i dettami delle funzioni, appunto, istintuali ed emotive, prive di logica, di ragioni e di spiegazione.

L’altra parte è la parte logica razionale dotata della riflessione che ci dà. La capacità di intendere di volere, di scegliere di decidere secondo regole morali, etiche, tipiche della società in cui si vive gestita, o meglio prodotta, dalla parte più ” nuova ” del cervello che il new brain, il nuovo cervello, il lobo frontale.

Il nostro pensiero, le nostre decisioni la nostra motivazione, segue sempre questo schema, per cui ci sono tre fasi, sempre comunque che vengono rispettate presi in considerazione dal cervello per agire e prendere una decisione e dunque muoverci nel mondo.

Ciò significa che prendiamo delle decisioni, tendenzialmente, motivate dalla logica, dalla ragione e che quindi rientrano in tutta una serie di attività possibili perché accettate dalla civiltà dalla società e quindi che rispettano il nostro codice etico compreso in ultimo quello dettato dai nostri genitori.

Quindi stabiliamo degli obiettivi secondo ragione, logica, secondo ciò che è giusto e bene che rientra in questo tipo di attività possibili e accettabili, essere facciamo perché hanno in sé un emozioni quindi ricerchiamo il piacere attraverso il perseguimento di questo obiettivo, praticamente partiamo sempre dalla funzione del nuovo cervello, dalla logica dalla ragione, dalla riflessione, per arrivare allo step del cervello medio attraverso le emozioni, per arrivare poi alla vera decisione che è regolata anche dall’istinto che tende a proteggerci e a perseguire finalità di vitale importanza il quale si avvale di tutte le informazioni acquisite nel tempo per via della propria istruzione ma anche della propria esperienza personale, e soprattutto a livello emozionale, sensoriale comprende tutte quelle informazioni che vengono trasferite dalla coscienza allo stato di incoscienza e quindi dell’inconscio.

Possiamo dire che l’inconscio è anche, ma non solo, una sorta di ” data base ” dove sono contenute tutta una serie di informazioni, ricordi, emozioni che vengono registrate e acquisite durante della vita e che hanno rappresentato un significato importante per la nostra vita è la nostra esistenza. Ciò significa che qualsiasi esperienza priva di emozioni, belle o brutte che siano, non hanno significato per il nostro cervello quindi non sono importanti per la nostra evoluzione per il nostro progresso quindi non vengono prese in considerazione e presto dimenticate. Ma nemmeno catalogate o archiviate come informazioni importanti.

Come funziona in realtà invece il cervello se vogliamo condizionare una persona, la vogliamo ipnotizzare, persuadere sedurre senza che questa se ne accorga seguendo esattamente gli schemi e le procedure che lo stesso cervello autonomamente compie senza che se ne accorga?

È molto semplice se si sa come fare si conoscono le dinamiche e i sistemi mentali che governano le persone a loro insaputa sulla base di questi schemi possiamo immediatamente avvaler ci di queste facoltà procedendo precisamente in questo modo, ovvero, in maniera inversa:

Sarà sufficiente partire dal cervello istintuale per poi arrivare a quello emotivo e poi a quello della ragione, chiaramente dando l’illusione di fare eseguire il processo esattamente opposto in modo tale che la persona comprenda che tutto è accettabile dal punto di vista logico razionale per cui fa passare il vostro comportamento le vostre azioni perché accettabili ritenuti addirittura gratificante, mentre in realtà contestualmente a questo tipo di attività, logica razionale attraverso magari una comunicazione verbale come quella che state leggendo queste parole adesso, nello stesso tempo comunicare a livello inconscio emotivo e istintuale.

Sarà molto semplice così portare una persona fare qualcosa compreso innamorarsi o desiderarci senza che questa se ne renda conto. Per fare un esempio di cosa intendo lascia che ti dica una cosa:

Una volta venne da me una ragazza che si lamentava per la poca soddisfazione in ambito sessuale con il proprio fidanzato. Il problema in sostanza era la sua incapacità di provare un intenso piacere nell’attività sessuale, se non addirittura non provarne proprio.

Sulla base del concetto che ho esposto sopra, applica questa regola per stimolare la sua parte intima durante le sue attività sessuali con il proprio fidanzato (non è che ho fatto anche l’esempio pratico è ah ah ah) e le dissi esattamente:

Sai, ormai tutti sanno che c’è una regione del nostro cervello che regola la nostra sessualità e il piacere sessuale la quale è molto vicina alla regione del cervello che regola l’olfatto per cui le cellule del naso sono collegate a quelle dell’apparato genitale. se muovi i muscoli dei genitali, muovi anche el narici e viceversa.

sarà quindi sufficiente muovere e allargare le narici del naso ripetutamente per stimolare i muscoli dei genitali.

Se muovi ripetutamente le tue narici, e le allarghi ripetutamente, con tutta probabilità muoverai anche i muscoli dei tuoi genitali… “

Ora scommetto che anche tu non riesce a smettere di muovere le narici e di far caso che contestualmente stai muovendo automaticamente anche i muscoli dei tuoi genitali…… Vero?
Ah ah ah ah ah ah 

hai capito come funziona? È facile condizionare la mente no, non trovi? Questa è una forma di ipnosi di suggestione mentale attraverso semplicemente l’uso delle parole immagina che cosa si può fare con altre dal vivo interagendo personalmente con una persona facendo leva sugli stati emotivi e comportamentali.

Detto questo ora sarei portata sicuramente a credere di più alle mie parole e alla potenza di quello che dico e faccio e di quanto possa essere semplice sedurre un uomo, atopogigiarlo per ridurlo a un misero ciondolo se si vuole.

Ma come fare?

È molto semplice seguimi attentamente e seguo in questi tre passaggi fondamentali:

1) devi stimolare prima di tutto la sua libido, quindi stimolarlo sessualmente, non significa che devi fare la poco di buono ed essere volgare, ma significa che i messaggi che mandi vadano a stimolare subito la sua parte istintuale che quella sessuale, che è la più forte e quindi stimoliamo la parte più antica del cervello. Chiaramente sedurre significa portare l’altro a credere che sia lui a sedurti mentre invece è sedotto da te perché hai stimolato in lui il desiderio di averti fisicamente quindi l’aspetto estetico il modo di muoversi i porti e di lasciar intendere è importante. È molto importante introdurre anche discorsi relativi all’aspetto sessuale, per esempio che con sexting, non troppo esplicito ma raffinato che vada subito a stimolare nei discorsi o nelle immagini la sua fantasia erotica e sessuale; bisogna stare attente però che non passi il messaggio che gliela volete dare e gliela state lanciando. No questo no. Dovete stimolarlo attraverso messaggi o immagini ma in maniera apparentemente ingenua in modo tale che se eccede, avete sempre la scusa di dire che ha frainteso e che è un porco per rimetterlo così subito in riga e nella retta via in cui voi dovete sempre comunque avere il controllo benché creda di aver lui.

Ancora meglio se i messaggi sono indiretti e non rivolti direttamente a lui ma alle vostre fantasie:

Alcune frasi per esempio, potrebbero essere queste:

-” Ho appena visto una cosa un vestitino molto corto in realtà, che mi ha fatto subito pensare a te… ‘

-Ieri sono stata bene con te devo confessarti che ogni volta che mi hai guardato negli occhi ho visto in te il desiderio di baciarmi e sinceramente ogni volta che ci penso mi vengono i brividi lungo la schiena… Sono contenta che tu non l’abbia fatto.

-Bene allora ci vediamo stasera alle 20? Qual è la cosa più eccitante che ti aspetti da me stasera? Io sono pronta a tutto! (Chiaramente poi stasera non gliela fai neanche annusare, almeno per oggi dato che è il vostro primo incontro o i vostri primi incontri, ricordi che lo devi stimolare non appagare! E quindi questo lo porta a desiderarti e più ti desidera senza averti e più aumenti il tuo potenziale!)

Oppure messaggi subliminali che richiamino e facciano vivere nella sua mente le emozioni e le esperienze in maniera indiretta: tipo:

Sai la maggior parte degli uomini pensano sempre ad andare dritti al sodo, ma mi piace questo tuo modo di rispettarmi e di accompagnarmi benché io comprenda che mi desideri ardentemente e che mi salteresti addosso in un istante, ma preferisco procedere per gradi e così come un uomo che si rispetti non brucia le tappe ma si arrampica una dopo l’altra, lentamente, per arrivare poi a frutto che più maturo dolce frizzante. Mi piace per esempio giocare e girarci intorno… Senza andare dritta al sodo per esempio hai presente quella sensazione del respiro sulla pelle mentre sfiorò delicatamente il lobo dell’orecchio sussurrò parole eccitanti?

Mentre poi senti che le mie dita, scorrono delicatamente tra i polpastrelli e le unghie a raschiare delicatamente la pelle del collo e da sotto il mento sino ad arrivare al petto mentre sentiva il respiro che si fa più intenso… E quella sensazione allo stomaco che diventa sempre più forte mentre il sangue confluisce in maniera sempre maggiore in quelle zone è l’unica cosa che vuoi è solo quello continua a girarci intorno… Non è forse più eccitante poi arrivare al culmine per poi esplodere nel piacere dopo esserselo meritato piuttosto che tuffarsi direttamente passando direttamente il dal via e bruciando le tappe? Cosa ne pensi non è più eccitante?

(Passate la palla e lasciate che sia lui quindi ad esprimersi per comprendere così anche quelle che sono le sue fantasie e poi eventualmente giocarci non per appagare le va per frustrarle eheheheehhe-

Ricorda chi penalizza e gratificato di gratifica sarà penalizzato regola ferrea !!!)

Chiaro il concetto? Tieni presente che stiamo giocando al gioco della seduzione e come tale, essendo un gioco, deve rimanere. Se cedi alle sue trappole hai perso.

Passiamo poi contestualmente a tutta questa attività al coinvolgimento di tipo emotivo,

 2) Qui entrano in gioco le questioni emotive sentimentali affettive da applicare grazie alle regole della comunicazione non verbale ipnotica emotiva quella che il segno al corso di comunicazione non verbale emotiva utile alla persuasione, seduzione e che ci dà la capacità di leggere in tempo reale le persone, la loro personalità, le loro esigenze più profonde ma anche le loro paure desideri pensieri e stili comportamentali.

Quindi dobbiamo adottare uno stile comunicativo congruente e compatibile con la sua tipologia emotiva per esempio se è un’asta un triangolo un cerchio ed è stimolato in un certo modo abbiamo prima di entrare in questa maniera per poi negarla alimentando così il desiderio e quindi creando un aggancio emotivo. È molto interessante capire quali sono i suoi difetti complessi quindi anche la maschera che indossa in modo tale che noi interpretiamo arrivò l’inconscio quel ruolo che lui desidera che non rivesti ma che non dovrai appagare, lui deve semplicemente capire che tu sei quello che lui sta cercando, ma ancora non riesce ad averti, il più capisce che tu sei quello che lui vuole e non ti ha e più ti desidera e quindi più acquisti potenziale e più il suo si abbassa e quindi si coinvolge, ovvero, si innamora. Ancora peggio o, per dire meglio, se abbassi la sua autostima, facendo leva proprio su ciò che sono i suoi difetti sui complessi mostrando una scarsa considerazione proprio per via di questo motivo per cui invece lui ti vuole ti desidera proprio per cercare di compensare questo aspetto… (Lo so che non è facile da comprendere, in un post, ma credo che si sia capito il concetto e per poterlo applicare meglio potrete trovare nel mio libro che sta per uscire in commercio, o nei miei corsi live o attraverso percorsi di coaching e training o consulenze personalizzate.

3) il terzo punto È portarlo dal punto di vista logico razionale a compiere un’azione, a prendere un impegno razionale con voi attraverso una vostra esplicita o implicita richiesta, come una sorta di favore che vi deve fare.

Tipo: ” sai, stasera dovrei andare in in questo posto X, ma non sono a posto con l’auto, non so a chi dirlo per farmi accompagnare…” O come questo tanti altri esempi di richieste indirette per lasciare che sia lui e portarlo a fare in modo che sia lui ad offrirsi come volontario, dopo di che fare in modo che lui esegua, e una volta eseguito in cambio riceverà un emrito c***!!

nulla.

almeno per ora…. e se poi sparite per qualche giorno, è ancora meglio, chiaramente calibrando per poi tornare non appena vi rendete conto che siete al culmine, di tornare ad essere come prima o meglio di prima come lascia intendere che fosse semplicemente un momento, o perché ancora lui non è e non ha fatto ancora abbastanza e che tutto questo ” ben di Dio ” potrà un giorno averlo tutto suo se ovviamente saprà cosa fare e come farlo (chiaramente il messaggio è che il cosa e come sarà quello che voi volete…)

Semplice no?

Spero di averti dato degli spunti interessanti se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici condividilo nella tua pagina.

Lascia sotto un commento o fammi una domanda e cercherò di risponderti.

ciao a presto

Salvo